Notizie Storiche

La chiesa di S. Francesco di Assisi è stata originariamente fondata nel 1903 all’incrocio tra Dundas (che a quel tempo era chiamata Arthur) Street e Grace Street, con un costo iniziale di $20,000. Fin dalla sua nascita è stata una parrocchia fiorente e molto attiva. Mentre la chiesa era in costruzione, durante tutto il corso del 1902 e parte del 1903, la messa veniva celebrata nella Scuola di S. Francesco, sita in Palmerston Avenue. L’architetto incaricato per la costruzione è stato Charles J. Read, che ha disegnato la chiesa in uno stile gotico moderno. I lavori di costruzione sono stati ultimati il 7 Giugno 1903, quando la chiesa venne aperta e benedetta dall’Arcivescovo O’Connor. Il primo pastore della Parrocchia di S. Francesco è stato Fr. W.A. McCann (successivamente promosso alla carica di Prelato Domestico). Nel 1910 si decise di costruire una nuova chiesa ed un nuovo convento all’incrocio tra Grace Street and Manfield Avenue. Questa decisione è stata presa conseguente al grande influsso che gli immigrati dalle Isole Britanniche stavano apportando alla comunità iniziale. L’architetto designato per la nuova costruzione questa volta fu A.W. Holmes, noto professionista del tempo, autore anche delle chiesa del Santo Rosario, di Sant’Elena e del College di S. Michele.

Dopo un progetto che ha richiesto 4 anni di lavoro, si decise di utilizzare uno stile Gotico-Romano con una imponente struttura in pietra di 158 x 57 piedi. La prima pietra della nuova chiesa di S. Francesco fu posta il 14 Settembre 1914 da Sua Grazia, l’Arcivescovo McNeil. In questa venne inserita una piccola cassa in cui vennero posti, e dove sono tutt’ora conservati, giornali dell’epoca, monete del regno e una pergamena su cui sono riportati i nomi del Re, dei Governatori della Nazione, del Pontefice, dell’Arcivescovo, del Pastore e dell’architetto. Le pietre esterne della chiesa sono state estratte e lavorate in Port Arthur, luogo oggi conosciuto come Thunder Bay. I parrocchiani hanno lavorato per un anno e mezzo per la costruzione della chiesa, che fu completata, con un costo approssimativo di $115,000, e benedetta dall’Arcivescovo McNeal il 31 Ottobre 1915. Pochi giorni più tardi, esattamente il 3 Novembre, fu inaugurato anche il salone sottostante la chiesa. Terminati i lavori, tutti i documenti legali e quelli ecclesiastici furono portati in questa nuova ubicazione, e la vecchia chiesa, tra Dundas e Mansfield, fu rinominata S. Agnese. Un importante punto di distinzione tra la chiesa di S. Francesco e le altre sono le grandi finestre in vetro colorato. In totale ne sono presenti ventuno e sono state realizzate dalla ditta N.T. Lyon Glass Co. Limited di Toronto. Quattro di queste, che rappresentano scene di vita di S. Francesco di Assisi, sono state realizzate da George Boos di Monaco, Germania, prima dell’avvento della Prima Guerra Mondiale, e sono di valore inestimabile.

La parrocchia vanta anche un meraviglioso Organo a canne, costruito nel 1914 dalla ditta Canadian Pipe Organ Company Ltd di St. Hyacinthe, P.Q. Anche se costruito nello stile del tempo, quest’organo presenta molte innovazioni come ogive in ottone e rivestimenti in piombo per le canne principali, che aumento la bellezza e la maestosità del suono. Nel 1950, Mons. McCann morì, dopo essere stato Pastore di questa chiesa per 47 anni. È da notare il fatto che durante questo tempo, Mons. McCann è stato la fonte di ispirazione per molte vocazioni e per la vita religiosa di Frati e di Suore. Molti dei futuri Arcivescovi Canadesi sono cresciuti nella nostra parrocchia. C’è sempre stato un forte legame, sin dalla creazione della prima parrocchia, tra la chiesa di S. Francesco ed il convento delle Suore Carmelitane, in Harrison Street, che, a quel tempo, fungeva da orfanotrofio per giovani donne e che successivamente sarebbe diventato un Asilo. Il Terzo Ordine di S. Francesco fu istituito in questa parrocchia nel 1921, inscrivendo, con il benestare dell’Arcivescovo Neal McNeal, i primi 500 membri.

La parrocchia era ancora sotto la giurisdizione dei diocesani di lingua inglese di Toronto quando, nel 1957, Fr. George Minchieri, O.S.M., fu incaricato, come Pastore, di prendersi cura dei bisogni degli Italo-Canadesi di queste zone. Nel Giugno del 1968, Fr. Ambrose DeLuca, O.F.M., insieme con gli altri Frati, venne incaricato di dirigere la doppia amministrazione di quella che era diventata la parrocchia di S. Francesco\S. Agnese. Nel 1970 i Frati abbandonarono definitivamente la parrocchia di S. Agnese, lasciando la chiesa alla comunità Portoghese, e spostando definitivamente la comunità di lingua Italiana nella chiesa di S. Francesco.

Nel 1972, la parrocchia subì un profondo rinnovamento dovuto al cambiamento del codice Municipale. Questi lavori iniziarono l’ 8 Gennaio sotto la guida di Fr. Arthur Lattanzi, O.F.M., al fine di correggere i problemi strutturali e conformare l’edificio alla nuove direttive. Come supervisore per questi lavori fu chiamato Alex Von Svoboda, un famoso architetto canadese. Seguendo anche la nuova la enfasi dettata dal Vaticano vennero ridisegnati e costruiti, in purissimo marmo di Carrara, un nuovo Altare Maggiore, uno per i Sacramenti ed un nuovo Battistero. Inoltre vennero realizzate alcune sculture in legno come quella raffigurante “L’Ultima Cena”, incastonata nell’Altare Maggiore, la statua di “San Francesco con gli Animali”, ottenuta da un singolo tronco, situata nel Battistero. Inoltre possiamo citare le statue del “Sacro Cuore”, dell’ “Immacolata Concezione”, e di “S. Antonio”, così come i sei candelieri dorati in stile Barocco, usati in varie occasioni durante tutta la durata dell’anno, che sono stati scolpiti dalla Conrad Moroder Arts Studio di Bolzano, Italia.

L’influenza Celtica è stata impressa in ogni pietra della chiesa dai primi immigranti Irlandesi presenti in questa area. L’influenza della comunità Italiana rivela tutto il suo splendore nel mosaico del “Cantico di Fratello Sole” di S. Francesco d’Assisi. Nella visione del giovane frate Gregorio Botte, il mosaico del Cantico doveva raffigurare Cristo come centro del tutto il creato e degli elementi, rendendo gloria al Padre. Questo Cantico, inoltre, è stato il primo poema classico del Medio Evo, e sarebbe in seguito diventato la base di lingue moderne come Italiano, Francese, Spagnolo, Portoghese e di altre lingue neo-latine. I tasselli che compongono questo mosaico sono stati fatti a Venezia mentre la progettazione artistica, che è durata due interi anni, è stata eseguita a Firenze. Tutto il materiale è stato successivamente trasportato dall’Italia grazie all’AirCanada. La ricomposizione di tutti i tasselli ha richiesto tre mesi di lavoro da quando tutto il carico è arrivato a Toronto. In occasione della festa di S. Antonio, nel 1973, tutti i parrocchiani hanno assistito alla solenne consacrazione della chiesa così rinnovata da parte di Sua Eccellenza, Mons. Rev. Vescovo Pocock D.D. Il 4 Ottobre del 1976, l’altare è stato dedicato in onore di Fr. Riccardo Polticchia, O.F.M., in occasione dei festeggiamenti per il 50° anniversario della sua ordinazione Sacerdotale, da parte del Vescovo Ambrozic D.D.

Per festeggiare il terzo Millennio, il 16 Ottobre 2000, la chiesa è stata nuovamente chiusa e rinnovata ulteriormente. Durante tutta la durata dei lavori, le Messe ed i servizi si sono svolti nel salone parrocchiale. Sono stati usati nuovi colori per le pitture delle pareti, si sono effettuate riparazioni alle parti di intonaco danneggiate dall’umidità ed è stato cambiato il rivestimento che copriva il pavimento della chiesa; tutte le finestre, inoltre sono state rinforzate con una nuova piombatura e finestra maggiore, raffigurante la Crocifissione di Cristo, originariamente posta sul muro anteriore della Chiesa, è stata posizionata dietro l’altare dei Sacramenti. Nello stesso periodo, i motivi gotici originali della chiesa sono stati posti anche dietro l’altare maggiore tramite l’apposizione di nuovi pannelli in legno di quercia e, con lo stesso stile, sono state create le nuove sedie presidenziali per i celebranti.

Per tutto il corso del secolo passato, la parrocchia di S.Francesco ha accolto e dato il benvenuto a tutte le differenti comunità che formano il Mosaico del Canada. Il Clero, le Suore, le varie scuole e molte migliaia di persone che hanno ricevuto i Sacramenti da questa chiesa per i passati cento anni, hanno trovato la propria forza e la propria identità nell’essere parte della comunità di S.Francesco. La parrocchia stessa è stata e continua ad essere “ Una Comunità di Pietre Vive” e noi tutti ringraziamo Dio Onnipotente per la benedizione che tutti noi abbiamo ricevuto per tutto il tempo della nostra vita qui in Parrocchia.

I commenti sono chiusi.